Preparazione alla Cessione

Consulting Italia Group S.p.A. è pienamente cosciente di che cosa effettivamente comporti la Cessione di un’Azienda. Preparare adeguatamente la parte venditrice ed aiutarla alla giusta presentazione dell’ oggetto che intende alienare, per il raggiungimento dei migliori risultati provenienti dalla Cessione, sono due ruoli fondamentali che dei seri Professionisti devono ricoprire. Le ragioni che inducono alla Vendita di un’ Azienda possono essere le piu’ disparate: dispute tra soci, raggiunti limiti di eta’, motivi familiari, problemi di salute, trasferimenti, cambio di attivita’… Una volta identificata la reale motivazione, i Professionisti di Consulting Italia Group S.p.A. strutturano la forma di transazione piu’ vantaggiosa al fine di massimizzare il realizzo generato dalla Cessione.
Consulting Italia Group S.p.A. identifica delle precise specifiche necessarie per generare una soddisfacente Cessione:

· Dati Salienti
La presenza di un appropriato supporto di dati e informazioni salienti ( bilanci, materiale fotografico, planimetrie…) inerenti l’ oggetto aumentano il numero dei potenziali acquirenti. Acquirenti avveduti esigono prove tangibili circa la reale redditivita’ dell’ Azienda che stanno valutando di rilevare.

· Richieste e Condizioni Economiche
Avanzare richieste economiche e termini di pagamento che siano in linea con il mercato. Acquirenti ponderati considerano solo Aziende che sono cedute ad un prezzo oggettivamente realistico.

· Elenco degli Arredi, Attrezzature ed Accessori
In questa fase, ove ritenuto necessario, si e’ coadiuvati da Consulting Italia Group S.p.A.

· Contratto di Locazione
Il contratto di locazione in regola e’ la certezza che nulla osti l’ eventuale sottoscrizione di un nuovo contratto da parte dell’ acquirente (ove specificatamente richiesto).

· Aspetto dell’ Azienda
Le strutture in cui si svolge l’ Attivita’ dell’ Azienda si devono presentare pulite, in ordine, in buone condizioni.

· La Giusta Analisi Un’adeguata analisi da parte di Consulting Italia Group S.p.A. fornirà all’acquirente una valida e seria presentazione dell’Azienda.

· Patto di Non Concorrenza
Nei casi in cui applica, si deve stilare un patto di non concorrenza tra le parti che stabilisca eventuali distanze e lassi di tempo ragionevoli in cui la parte venditrice non potra’ svolgere un’ attivita’ uguale a quella ceduta.

· Motivazioni della Cessione
Acquirenti attenti ritengono importante conoscere le reali ragioni che inducono alla vendita dell’ attivita’ per essere sicuri che non esistano recondite motivazioni che nel futuro possano risultare nocive al loro investimento.

· Tempestivita’ !
Bisogna essere ragionevolmente solerti nelle fasi di trattativa con potenziali acquirenti ritenuti idonei. Diversamente gli stessi possono diminuire o addirittura perdere l’ interesse nell’ acquisizione. Si tenga presente che in ogni trattativa commerciale il fattore emotivo gioca un ruolo determinante, il piu’ delle volte sottovalutato.

· Trasparenza !
Per condurre trattative ” produttive” i professionisti di Consulting Italia Group S.p.A. devono essere a conoscenza di tutte le situazioni che potrebbero essere avverse (nel caso di societa’: posizioni debitorie di vario genere, imposte arretrate, inadempienze normative, amministrative e sanitarie…). Queste problematiche, se emergono inaspettatamente durante il corso di una trattativa, possono comprometterla seriamente o dare modo di richiedere sostanziali riduzioni di richiesta economica.

scroll up